I Mondiali Studenteschi 2019 si giocheranno in Italia. La Federazione Scolastica Internazionale (ISF) ha scelto i campi del Centro Estivo FIT di Castel di Sangro, che anticiperà l’apertura della stagione per ospitare dal 2 al 9 giugno la rassegna iridata. Una conferma della proficua sinergia tra il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e la Federazione Italiana Tennis, ma anche la dimostrazione della qualità del lavoro svolto dai Centri Estivi. La presentazione della candidatura italiana è stata un successo e gli emissari della ISF sono rimasti sorpresi dall’organizzazione italiana.

Sedici rappresentative nazionali, oltre 300 persone coinvolte, i Mondiali Studenteschi sono un grande evento e ogni edizione ne aumenta l’appeal e la diffusione. Erano otto anni che la rassegna non si disputava in Europa. Le ultime tre edizioni si sono infatti tenute a Recife (2017, Brasile), Doha (2015, Qatar), Wodonga (2013, Australia). Proprio nel 2013, oltreoceano, l’Italia ha conquistato il suo unico titolo iridato in campo maschile (nella foto la nazionale 2013 in Australia). A rappresentare allora il nostro Paese il team dell’Istituto Pacinotti di Roma, che vantava tra le sue fila un giovanissimo Gian Marco Moroni, ogg n.236 della classifica Atp.

Castel di Sangro, intanto, è già al lavoro. I sedici campi saranno rimessi a nuovo e l’intera struttura del Centro sarà rinnovata. Una opportunità che aumenterà ulteriormente il valore dell’offerta dei Centri Estivi FIT.

 

Condividi questo post su: